Inglese a scuola

 

Progetti "Madrelingua inglese" nelle scuole

Open Minds offre alle scuole di ogni ordine e grado la possibilità di accogliere i propri docenti di madrelingua inglese durante le lezioni, al fine di costruire programmi customizzati di potenziamento linguistico e CLIL.

L’obiettivo è quello di portare un insegnante madrelingua inglese in ogni classe, per consentire così a ogni bambino e adolescente di imparare la lingua inglese a scuola in maniera più immediata.

La nostra sfida è rendere possibile avere un lettore madrelingua inglese qualificato in tutte le scuole di Milano: grazie a prezzi contenuti che siamo in grado di offrire, diventa possibile per tutte le classi vivere ogni anno l'esperienza culturale e linguistica di un percorso di conversazione con  un parlante nativo.

Collaboriamo già con decine di istituti a Milano e in Lombardia con diversi progetti:

  • Lezioni ludiche alla scuola dell’infanzia;
  • Lezioni di inglese nelle scuole primarie;
  • Lezione di inglese nella scuola secondaria;

Potenziamento dell'inglese in ambito scolastico

La richiesta di avere a scuola un insegnante madrelingua inglese parte principalmente dai genitori, che vendono la padronanza  dell'inglese come requisito importante per la formazione dei propri figli.

Questa esigenza che trova oggi riscontri positivi: i progetti madrelingua possono essere adottati dalle scuole grazie alla legge sull'autonomia scolastica il potenziamento linguistico con il madrelingua fa parte ormai  di molti POF e anche di molti PTOF, nel senso che molte scuole hanno individuato come prospettiva di miglioramento questa modalità più
naturale e interattiva di insegnare inglese.

 

Insegnante madrelingua in orario curriculare: un'ottica collaborativa

Nelle scuole dove lavoriamo a Milano, i nostri insegnanti di madrelingua inglese cooperano a stretto contatto con il corpo docente.

I nostri professionisti preparano il loro intervento nelle classi in accordo con gli insegnanti di ruolo per quel che riguarda la scelta degli argomenti, dei tempi e dei criteri di valutazione.

Quando sono stati stabiliti gli obiettivi, gli argomenti e i materiali in sede di programmazione, il corso parte.

Sia in programmazione che durante l'erogazione delle lezioni, è sempre presente un monitoraggio attivo ed una comunicazione efficace con gli insegnanti e le scuole grazie al fatto che la nostra struttura aziendale prevede la figura di un Coordinatore Didattico e di alcuni tutors, che supervisionano il lavoro degli insegnanti più giovani).

Questo sistema di assistenza e affiancamento permette di garantire sempre prestazioni di ottimo livello.

Durante l'anno e a completamento del progetto è possibile incontrarsi con i docenti e il coordinatore didattico, con cui comunque sono sempre aperti i canali di comunicazione ordinaria (mail, skype)

Vuoi conoscere le opinioni di chi ci ha provato? Leggi le nostre recensioni!

Clicca qui per chiedere informazioni!

Lettorato (esperto madrelingua inglese nelle scuole): perchè?

Per lettorato" si intendono le ore, tipicamente affidate ad un docente di madrelingua, dedicate alla "conversazione".

Applicando il concetto di "lettorato" alle scuole Primarie, si desidera dare da subito ai bambini la possibilità di fare questo incontro culturale e linguistico con una persona "del posto", che possa portare gli accenti della lingua viva.

Fare Lettorato nella scuola primaria e scuola secondaria di I grado significa costruire la lingua parlata tramite tanti esercizi giocosi, rendendo "normali" l'ascolto, la lettura e l'esercizio orale dell'inglese. E' secondo noi una base irrinunciabile per l'acquisizione dell'inglese colto.

Normalmente, queste attività sono estremamente gradite ed utili. I genitori chiedono con sempre maggiore insistenza queste iniziative e premiano le scuole che attivano progetti con i madrelingua.

Corso in inglese in orario scolastico o il corso di inglese pomeridiano: quali sono le differenze?

Sono in tanti a farci questa domanda. Entrambe le cose , se fatte bene, sono utili!

Tuttavia, ci sono delle cose che bisogna rimarcare:

  • Il corso di inglese a scuola è democratico: tutti lo possono fare, perché spalmando il costo sulla classe intera, il prezzo pro-capite è veramente contenuto (circa 1,5 Euro a lezione). Il corso pomeridiano è per pochi.
  • Il corso di inglese al mattino tira avanti tutta la classe, con vantaggi per tutti (anche quelli che fanno inglese pomeridiano, che beneficiano di una maggiore uniformità ed un livello più alto in classe)
  • Il corso di inglese in orario curricolare è un'esperienza di tipo diverso, che porta la scuola in una dimensione internazionale.
  • Lavorando in classe si possono esplorare ambiti assai interessanti e vari: le materie (CLIL), il teatro, la musica..ogni progetto può essere declinato in inglese, senza perdere nulla della sua espressività, ma guadagnando in ricchezza(perché veicola sia i contenuti che la lingua)

Clicca qui per chiedere informazioni!

 

Inglese nelle scuole: i prezzi

La nostra soluzione è molto vantaggiosa per le scuole a Milano (sia pubbliche che private), perché permette di offrire agli studenti corsi di inglese qualificati con docenti madrelingua, senza la necessità di assumere ulteriori insegnanti. La scuola riceve da noi una semplice fattura elettronica.

Il prezzo di ogni lezione di inglese va da 34 a 45 Euro all'ora: questo è in costo complessivo per l'intera classe, che va condiviso per il numero degli studenti.

Noi siamo esenti IVA (ai sensi della legge 633/72) perché siamo una scuola di lingua riconosciuta.

Pertanto, immaginando una classe di 25 studenti, il costo orario per ogni singolo studente è circa 1,7/2 euro a studente

Ciò significa che il nostro servizio, con le garanzie di qualità che solo una Scuola di Lingue seria e consolidata può offrire, ha un costo del tutto abbordabile e alla portata di tutti.

Clicca qui per chiedere informazioni!

Metodologia dei corsi di inglese nelle scuole

Ci riconosciamo nel metodo comunicativo e nell'approccio glottodidattico che viene raccomandato a livello ministeriale, in particolare i nostri interventi interpretano perfettamente le linee guida sull'approccio attivo ("learning by doing" ), multisensoriale (utilizzo delle TIC), cooperativo ("co-operative learning") ed autentico ("compito autentico", "compito di realtà").

I nostri progetti tengono sempre conto di questi requisiti, che sono per i nostri docenti parte integrante del loro training.

L'esperienza che possiamo vantare nelle scuole inoltre può valere queste garanzie:

  • i nostri insegnanti sono formati ad insegnare la lingua in modo naturale, senza utilizzare la traduzione o la lingua ponte
  • i nostri insegnanti sono consapevoli dei diversi stili di apprendimento e propongono lezioni che fanno ampio uso di elementi iconici, audio-visivi e di attività ad alto coinvolgimento fisico ed emotivo (TPR)
  • i nostri insegnanti conoscono i programmi ministeriali e sanno come calibrare i loro interventi in modo che si integrino bene all'interno del percorso dell'anno
  • i nostri insegnanti sono abituati al lavoro nelle scuole e conoscono le esigenze e problematiche dell'intervento esterno in orario curriculare
  • i nostri insegnanti sono consapevoli delle difficoltà tipiche dei bambini con DSA e sanno usare un approccio che sia efficace ed inclusivo
  • i nostri insegnanti sono formati per creare progetti CLIL adeguati alle conoscenze linguistiche dei bambini, sin dalle prime classi della scuola primaria

Insegnare inglese nelle scuole di infanzia

Il progetto per l’apprendimento della lingua inglese nella Scuola di Infanzia è promosso dai genitori, in quanto consapevoli della grande importanza che riveste l'apprendimento linguistico in fase precoce.

Open Minds è attiva con progetti di inglese in diverse scuole d’infanzia con corsi pomeridiani di lingua inglese. Le lezioni sono basate sul gioco, sulla musica, sulla manualità; condotte da insegnanti madrelingua inglese secondo i dettami del metodo comunicativo.‚Äč

Da molti anni Open Minds porta i progetti di ludo-didattica in lingua inglese nelle scuole d’infanzia. Ogni progetto, guidato da maestre madrelingua, può essere integrato nell'orario scolastico (in compresenza con l’educatrice italiana), oppure, gestito in piccoli gruppi come attività extra-scolastica presso le scuole d’infanzia stesse.

Le lezioni di inglese nella scuola materna hanno la durata di 60 minuti, condotte alternando svariate attività allo scopo di mantenere viva l'attenzione dei bambini. In particolare crediamo nell'efficacia delle seguenti modalità di conduzione di progetti di inglese nelle scuole d’infanzia:

  • action songs: in un contesto simile a quello della baby-dance, si performano canzoncine accompagnate da un mimo, secondo la teoria della TPR (Total Physical Response). I bambini apprezzano molto le action songs, perché sono ritmate e facili da ricordare e ballare, anche grazie all'abbinamento gesto-parola. Le action songs sono correlate a materiali illustrativi (flash cards) che ripropongono visivamente il lessico imparato dalle canzoni;
  • creatività: semplici lavori manuali vengono proposti spesso, perché sono utili al mantenimento dell’attenzione e in generale allo sviluppo cognitivo e delle abilità dei bambini. Sono anche fonti di soddisfazione e rilassamento;
  • giochi: i giochi sono molto utili per incanalare, piuttosto che reprimere, la naturale energia e il desiderio di muoversi dei bambini. Svolgere giochi in inglese a cui si è abituati in italiano, favorisce lo svolgimento dell’attività in lingua, senza disperdere energie nella spiegazione di regole difficili, concentrandosi sul gioco e sulle nuove parole.

 

Alcuni bambini imparano bene ascoltando, altri hanno una buona memoria visiva, altri ancora devono fare le cose per ricordarle in modo significativo. Di solito i bambini della maternanon riescono ad avere ancora ottime stretgie consapevolei di memorizzazione, si stanno costituendo proprio in questa età. Quindi è importante strutturare il loro percorso formativo in inglese, creando ancore per la mloro memoria, che possano servire loro per rendere piu' duraturo il loro apprendimento.

Noi abbiamo elaborato un programma che rispetta e va incontro alle esigenze evolutive dei bambini della scuola materna, agendo su:

  • multisensorialità: è un percorso di lingua inglese che prevede stimoli attivi sia sul sistema uditivo, sia visivo sia cinestesico, prevedendo attività motorie e percettive in movimento, musica, ma anche ascolto della voce (storytelling)
  • strutturazione della visione: il programma è stato elaborato partendo da un metodo di educazione alla visione elaborato da una educatrice visiva. I nativi digitali spesso hanno difficoltà nel concentrarsi per sufficienti periodo di tempo sulle immagini ferme, nel tenere la mira e hanno bisogno di rilassare gli occhi. Il programma prevede una serie di attività giocose (fatte in inglese) che accompagnano il bambino verso il consolidamento dei prerequisiti percettivi ed attentivi. necessaria per la letto scrittura.
  • consolidamento delle abilità di motricità fine: vengono proposte dei divertenti esercizi, che si inseriscono nel filo della storia narrata in inglese, che facilitano i movimenti della mano e preparano i bambini a tenere una corretta impugnatura e postura.

Applicando l'inglese ad un vero e proprio sistema educativo si ottiene un duplice scopo:

      • i bambini maturano abilità fondamentali per la loro età, che li aiuteranno nel processo di scolarizzazione
      • I bambini imparano naturalmente, durante queste attività, il lessico della lingua inglese!

Insegnare inglese nella scuola primaria

L'obiettivo del progetto di inglese nella scuola primaria è quello di impostare un lavoro in cui i bambini possano creare, diventare protagonisti, imparare giocando e comprendere che la lingua non è un "fine" bensì un "mezzo" con cui fare e comunicare cose interessanti.

L'insegnamento della lingua inglese nella scuola primaria deve basarsi sul gioco. Noi crediamo intensamente nei benefici della glottodidattica ludica, quale metodo elettivo di insegnamento per tutte le età e particolarmente adatto nell'infanzia.

Esistono numerosi giochi finalizzati all'insegnamento dell'inglese: molti sono adattamenti dei giochi praticati dai bambini italiani, modificati per consentire e trasmettere l'esercizio della lingua in modo divertente e informale. Studi autorevoli dimostrano che la vera parola chiave per l'apprendimento in età infantile è il "COINVOLGIMENTO":

  • coinvolgimento corporeo: i giochi in inglese nella scuola primaria devono permettere l'utilizzo e il movimento del corpo. Ciò permette di sprigionare, anziché imbrigliare, l'energia dei bambini. Inoltre è dimostrato che il corpo ha una sua memoria: imparare nuove parole abbinandole a movimenti e posizioni corporee è naturale ed efficace.
  • coinvolgimento affettivo: impariamo se vogliamo bene alla nostra maestra. Un approccio sorridente e giocoso funziona meglio della severità. Il desiderio di comunicare e anche compiacere l'insegnante che si dimostra in sintonia con i bambini è un’importante leva per l'apprendimento.
  • coinvolgimento intellettuale: i bambini amano la sfida. I giochi enigmistici, ad esempio, sono un’ottima risorsa per i bambini come pure i giochi che stimolano l'inventiva del bambino (es: giochi manuali, creatività in genere) e permettono loro di esprimersi senza timore di giudizio.

Nell'ambito dei nostri progetti per l’apprendimento della lingua inglese nella scuola primaria, proponiamo attività che stimolano il coinvolgimento del bambino su tutti i fronti sopra citati, in proporzione all'età degli allievi. Inoltre crediamo nella metodologia ludica e comunicativa  nei progetti che possono conciliare vari approcci:

  • inglese con la musica: dalle "action songs" al karaoke. La musica è spesso presente nelle nostre lezioni;
  • inglese con la drammatizzazione: role-plays o creazione di piccole recite; il gioco di "fare finta" si rivela molto efficace con i bambini e dona concretezza all'insegnamento;

 

Progetto madrelingua scuola secondaria

Nelle scuole secondarie di primo grado (quelle che nel lessuico comune sono ancora dette "Scuole Medie") e scuole secondarie di secondo grado (una volta dette "superiori") è possibile organizzare progetti di inglese  con insegnanti di madrelingua inglese.

L'intervento del madrelingua si può inserire in orario curriculare lezioni di inglese con taglio comunicativo. In questo tipo di progetti si affrontano argomenti di General English, incoraggiando l'intervento attivo degli studenti tramite role-plays, giochi di società e altre attività che permettano l'esercizio del dialogo;

Analizzando i questionari di gradimento che ogni anno chiediamo di compilare ai nostri piccoli studenti, possiamo asserire di avere feed back entusiastici: i ragazzi percepiscono , tramite la frequenza con il madrelingua, la reale utilità dell'apprendimento dell'inglese.

Queste attività hanno un riflesso estremamente positivo in termini di dimestichezza con la lingua parlata, motivazione, ampliamento del vocabolario. Le lezioni con un lettore madrelingua a scuola hanno l'importante funzione di liberare l'inglese dall'aura esclusivamente scolastica, e fare percepire ai ragazzi che parlare inglese può mettere in comunicazione con molte persone nel mondo, partecipare a giochi, esprimersi.

Per i ragazzi, oltre al valore aggiunto dal punto di vista didattico, c'è infatti il vantaggio di una esperienza anche culturale assai stimolante, data dalla frequenza con i madrelingua, che oltre alla lingua portano un modo alternativo di fare lezione e agire socialmente.

 

    System.Web.Mvc.Html.MvcForm
    Questo sito utilizza cookies, anche di terze parti per monitorare la frequentazione del sito web e migliorare l'esperienza dell'utente sul sito.
    Per avere ulteriori informazioni, consulta la nostra Cookie Policy. Il proseguimento della navigazione implica un consenso all'utilizzo dei cookie. > leggi Cookie Policy .

    ;